Assemblea Provinciale Fdc 31 luglio/10 agosto 2020 Provincia di Sardegna

Dal 31 luglio al 10 Agosto a Cagliari, presso la Casa provinciale Mater nostra, si è svolta l’Assemblea provinciale delle FdC  della Sardegna, guidata e animata dalla Visitatrice  Sr Caterina Bua, e da P. Italo Zedde, Direttore provinciale. Il tema e il logo sono state di grande ricchezza e attualità sia perché  perfettamente in sintonia col cammino della Chiesa sia in vista della prossima Assemblea generale del 2021 che darà al tema respiro internazionale.

I lavori delle 56 partecipanti provenienti dalle diverse Comunità locali sono iniziati all’insegna del Grazie a Dio per i doni elargiti e compiuti in questi ultimi sei anni come Compagnia in Sardegna il cui Carisma, Caritas Christi urget nos, consegnatoci da San Vincenzo de Paoli (1581- 1660), è ancora di bruciante attualità. Ed è a partire da questo “grazie” che, rilanciando la priorità della evangelizzazione, abbiamo tratteggiato in vista dell’unificazione della nostra Provincia con altre Province, seppure con tante “paure” ma anche con tanta fiducia nella divina Provvidenza, cammini nuovi di condivisione e fraternità, di Carità e servizio al Povero.

La nostra Assemblea ha così assunto maggiore entusiasmo, un volto più lieto speranzoso di vedere rinnovarsi e rifiorire  seppure nel piccolo servizi tradizionali e nuovi, sempre coraggiosamente in cammino nonostante la povertà di risorse umane e totalmente confidenti nell’Amore di un Padre che, come afferma San Vincenzo De Paoli, ama i poveri e, per conseguenza, ama quelli che amano i poveri.

Ed è stato illuminante immergerci, anche solo a grandi linee, nella gigante tematica della Laudato sì di Papa Francesco che mobilita ad uscire da sé, ad accogliere i più deboli, ad assumere il compito di avere cura del creato con piccole azioni quotidiane … che l’educazione è capace di motivarle fino a dar forma ad uno stile di vita (Cfr. LS 211). È stato questo lo spirito che ha guidato e animato le nostre giornate con scambi e riflessioni stimolanti a varcare “porte”talvolta inusuali per la missione, per le relazioni, per la vita spirituale.

 Un invito per tutte noi Figlie della Carità ad immergerci in Dio continuando ad entrare nel mondo in cui viviamo aprendoci  al volto dell’Altro, proseguendo con fiducia e pregando la divina bontà di dare impulso e vita a tutte le nostre azioni e di animarle sempre più col suo spirito. (Cfr. S. Vincenzo 6 dicembre 1658, VII, 389, trad. it. XIV, 614)

Attraverso un breve video, proiettato in un dopo cena, ciascuna delle intervistate ha parlato  semplicemente e in maniera efficace quella che è la sua vita oggi. Testimonianze tutte diverse eppure capaci di trasfondere dal tesoro del Carisma un comune sentire spirituale che non invecchia con gli anni e che ancora si fa tutt’uno con l’offerta di sé e la preghiera a favore dei Poveri, della Compagnia, della Chiesa, della Comunità parrocchiale; presenza preziosa desiderata anche nei piccoli paesi della nostra terra come segno tangibile che rimanda alla totale consacrazione a Dio. I nostri interventi in Sala hanno sottolineato la loro preziosità, l’importanza di andarle a visitare, di avere nei loro riguardi affettuosa attenzione, mantenere costanti le relazioni fraterne, vie maestre per conservare nel tempo, viva e attiva, la loro risposta alla vocazione, coltivare interessi, coinvolgerle in qualche lavoro, grande o piccolo non importa… e continuare a spendersi nella gioia fino all’ultimo istante.

Altra attenzione è stata riservata ad alcune Case di Comunità del nord- Sardegna riconvertite e ampliate ad uso di  centri polivalenti.  Il 9 Agosto, col canto del Magnificat, grate a Dio per le meraviglie del Suo Amore, abbiamo concluso i nostri lavori assembleari.

Suor Rita Columbano FdC, Provincia di Sardegna

Artigos semelhantes

Médio Oriente

A ternura de Deus

Os seis países da província do Médio Oriente têm as suas raízes na Bíblia: “Ciro, rei da Pérsia [IRÃO dos

Ler mais…